Gli shop online uccidono gli artigiani?

Gli shop online uccidono gli artigiani? È un dato di fatto: sempre più persone acquistano su Internet. Secondo alcune stime di eMarketer, società americana attiva nelle ricerche di mercato, nel 2020 le vendite globali relative all’e-commerce sono aumentate del 27,6%, mentre per il 2021 si stima un ulteriore incremento.

Ma gli artigiani che vivono delle vendite nelle loro botteghe come si pongono davanti a questo trend? C’è chi considera l’e-commerce un canale su cui investire e chi invece ci vede il male.  

Contrastare i grandi è l’unica via?

Spesso l’e-commerce è identificato con i grandi Marketplace come, ad esempio, Amazon o EBay, e per gli artigiani convinti che tali realtà mettano in ginocchio le proprie vendite, l’unica via è cercare di contrastarne lo strapotere.

Gli shop online uccidono gli artigiani? ebay shop online

Tuttavia mettersi contro aziende così importanti potrebbe risultare una sfida enorme, forse addirittura persa in partenza; non tanto per le dimensioni delle aziende, quanto per l’evoluzione delle preferenze di acquisto dei consumatori

Il commercio elettronico infatti non si esaurisce nei grossi Marketplace. Esistono dei veri e propri “supermarket” digitali indipendenti che mettono a disposizione uno strumento di vendita comune, in cui tanti piccoli produttori – e tra di essi artigiani – possono proporre i loro articoli a condizioni migliori di quelle offerte dalla multinazionali dell’e-commerce. 

Ma molti artigiani, soprattutto davanti alle gravi difficoltà causate pandemia, hanno deciso di non abbassare le saracinesche. C’è chi ha trovato nei Marketplace uno strumento di sopravvivenza e chi il suo e-commerce se l’è costruito con l’aiuto di professionisti come noi in grado di progettare un negozio online come si deve.

I vantaggi della multicanalità

Scegliere di investire nel commercio online significa stare al passo con i tempi e sfruttare gli strumenti come tali. Battere più strade, ovvero vendere sul proprio shop e allo stesso tempo su un Marketplace, può offrire l’opportunità di intercettare gruppi di consumatori diversi.

Un po’ come entrare in una bottega o passeggiare tra le bancarelle di un mercato in  città. Visti dalla prospettiva di un artigiano, entrambi presentano vantaggi e svantaggi, ma certamente garantiscono il fattore più importante: rimanere in gioco.